18 Feb 2022

Tutte le info su Milano-Brescia

La voglia della Germani Brescia di conquistare la seconda finale di Coppa Italia della sua storia passa dalla sfida alla regina del campionato, l’Olimpia Milano, l’avversaria che formazione bresciana si troverà di fronte nella prima semifinale della Frecciarossa Final Eight 2022.

In un’altra gara senza domani – proprio come quella vinta contro la Dolomiti Energia Trentino -, la Germani si confronta con la squadra più attrezzata della Serie A, unica compagine italiana impegnata in EuroLeague. Non è sbagliato, dunque, affermare che per accedere all’atto finale dell’evento di Pesaro servirà una vera e propria impresa e che per proseguire il proprio cammino nella kermesse marchigiana bisognerà sovvertire un pronostico sfavorevole.

Quella che attende la Germani Brescia è comunque un’occasione unica per una squadra che ha dimostrato di saper vivere con leggerezza e consapevolezza la manifestazione della Vitrifrigo Arena e che, ancora una volta, dovrà provare a superare i propri limiti per allungare la striscia di successi consecutivi e regalarsi un’altra grande pagina della propria storia sportiva.

A|X Armani Exchange Milano-Germani Brescia, gara delle semifinali della Frecciarossa Final Eight 2022, si gioca sabato 19 febbraio alle ore 18.15 alla Vitrifrigo Arena di Pesaro.

La gara della Vitrifrigo Arena sarà visibile in diretta TV su Eurosport 2, presente sulla piattaforma Sky (canale 211) e su DAZN, e sulle frequenze di Rai Sport HD (canale 57 del digitale terrestre). La gara sarà trasmessa in streaming su Eurosport Player e Discovery+. Tutti coloro che sono in possesso di un abbonamento a Eurosport Player potranno continuare a vedere le partite sul canale streaming fino alla scadenza naturale dell’abbonamento.

Aggiornamenti continui sull’andamento della sfida saranno disponibili sui canali social di Pallacanestro Brescia.

La semifinale tra A|X Armani Exchange Milano e Germani Brescia sarà diretta da Roberto Begnis di Crema, Saverio Lanzarini di Bologna e Mark Bartoli di Trieste.

Coloro che pensavano che l’Olimpia Milano rischiasse di prendere sotto gamba gli impegni delle finali di Coppa Italia per via di un calendario davvero intasato di impegni si è dovuto ricredere dopo aver visto la gara dei quarti di finale che la formazione di Ettore Messina ha disputato al cospetto del Banco di Sardegna Sassari. Dopo un primo tempo decisamente equilibrato, infatti, i biancorossi hanno saputo allungare nel terzo quarto della gara, imponendosi con un perentorio 88-68.

Per affrontare i tanti impegni che campionato ed EuroLeague le mettono di fronte, la formazione milanese ha un roster assolutamente adeguato dal punto di vista numerico e molto competitivo dal punto di vista tecnico. Quando poi coach Messina schiera i suoi giocatori di punta tutti insieme – Sergio Rodriguez, Malcolm Delaney e Kyle Hines – senza ricorrere ad alcun tipo di turnover, l’impressione è che giocarsela alla pari con i biancorossi sia un compito davvero proibitivo.

Al di là del talento offensivo diffuso in tutti i componenti del roster meneghino, se c’è una dote che caratterizza il roster dell’Olimpia è la capacità di stritolare in difesa gli attacchi avversari, riuscendo a mettere in crisi anche i sistemi offensivi più efficaci. Si spiegano così i 69.2 punti di media subiti in campionato dall’A|X Armani Exchange, un dato che dimostra la supremazia della squadra di Messina nella propria metà campo.

Come si scardina il sistema di gioco di una squadra forte, completa e tatticamente preparata come l’Olimpia? Giocare un gara al limite della perfezione potrebbe non bastare. Lo sa bene la Germani, che lo scorso 12 dicembre fece visita alla formazione biancorossa, uscendo sconfitta dal Forum con il punteggio di 76-62. Brescia rimase in partita per oltre 30′ (il punteggio all’ultimo mini-intervallo era di 52-49), poi dovette cedere il passo allo strappo finale dei padroni di casa, che all’epoca erano ancora imbattuti in campionato.

La gara secca della Vitrifrigo Arena di Pesaro potrebbe cambiare un po’ i valori in campo rispetto alla gara della regular season, ma il concetto resta lo stesso: per raggiungere la finale, servirà la partita perfetta, da giocare a testa bassa, senza guardare il punteggio. Solo dopo aver dato tutto, Brescia saprà se lo sforzo sarà bastato per battere la corazzata Olimpia. Sognare non costa niente, poterlo fare in grande passa dalla voglia di dare tutto e di chiudere la partita senza rimpianti.

PALLACANESTRO BRESCIA SRL
Sede legale: Via Caprera, 5 | 25125 | Brescia
Sede operativa: Via Michelangelo Buonarroti, 1 | 25010 | San Zeno Naviglio (BS)
☎️  030.7285022  📧  segreteria@pallacanestrobrescia.it
Capitale sociale € 10.000,00 interamente versato - P.IVA e C.F. 02800370989 - F.I.P. 050925 - REA: BS-596079 
PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY