13 Mar 2022

Capolavoro Germani, la festa è qui: la decima perla vale un record da godersi fino in fondo

Destinata a rimanere negli annali, la Germani Brescia di coach Alessandro Magro scrive una meravigliosa pagina della propria storia centrando la decima vittoria consecutiva. Dieci: come il voto da conferire a questa squadra che pare inarrestabile, alla sua forza di volontà, alla propensione inarrestabile verso al sacrifico e, infine, al team spirit che la contraddistingue, sempre e comunque. La vittoria casalinga ai danni della Nutribullet Treviso (101-78) permette a Brescia di superare il record di nove successi firmato nel dicembre 2017 quando, sul parquet del PalaGeorge, Brescia fu interrotta nella propria corsa dalla Dinamo Sassari. 

Questa volta, invece, il desiderio di scrivere una nuova pagina nel libro del basket cittadino ha avuto la meglio, assieme alla capacità della squadra di fare sempre la cosa giusta al momento giusto: allungare nel momento di difficoltà degli avversari, colpire duramente nei momenti caldi del match, controllare le sfuriate di chi prova a rientrare a contatto.

Un capolavoro, quello della Germani Brescia: forse chi è abituato a ottenere un certo tipo di risultati (a fronte di un certo tipo di investimenti, non va dimenticato) non può capire la soddisfazione che i giocatori, i membri dello staff, quelli degli uffici e i dirigenti hanno manifestato a fine partita, in un ideale abbraccio con il pubblico biancoblu, sempre più vicino alla squadra. In una città che è il manifesto del fare, i risultati raggiunti parlano più di ogni promessa, desiderio e sogno. Sono il frutto di una visione, della tenacia con cui si è creduto a quella visione e del lavoro quotidiano che è servito per darle corpo, arrivando a un risultato che rende giustizia all’interesse che tutta la città ha sempre riversato su una società che cerca ogni giorno di dare indietro quello che riceve in termini di risorse, vicinanza, affetto.

Dopo le prime battute a mani fredde, Brescia conquista presto un allungo che le permette di avanzare nel primo quarto fino al +8 del 10’ di gioco, capitalizzato poi nel +12 di fine primo tempo con una prestazione in crescendo in termini di lucidità e agonismo. Al rientro in campo Treviso vorrebbe l’inversione di tendenza, ma è ancora la Germani a marciare dritta verso il traguardo, aumentando nettamente i giri e la propria intensità offensiva e difensiva. Il risultato di questo incredibile concentrato di energia matura nel +24 di vantaggio conquistato al 30′, frutto dell’ennesimo, riuscitissimo, sforzo corale. Nell’ultimo quarto la Germani sale in cattedra e non ha altro compito se non mettere il sigillo sulla decima vittoria consecutiva, impreziosendo il proprio filotto positivo con un successo… da record.

Questa l’analisi di coach Alessandro Magro, allenatore della Germani Brescia, al termine del match: “È stata una partita un po’ strana all’inizio, perché abbiamo creato buone situazioni ma abbiamo anche sbagliato, abbiamo fatto qualche errore difensivo sulle cose che avevamo preparato, dovevamo mettere più pressione ma dai punteggi si vede poco. Dopo quello che abbiamo visto a Brindisi mi aspettavo un passettino avanti, che c’è stato solo a tratti”.


“Treviso ha giocato fino alla fine ma ha perso Russell durante la partita e ha dato tanti minuti a dei ragazzi giovani – prosegue Magro -. Ogni volta che si scende in campo si deve provare a esprimere la miglior pallacanestro possibile, a prescindere dal punteggio o dal tempo che manca. Credo che sia stata una partita giocata fino alla fine, abbiamo dato minuti ad altri giocatori come Paul Eboua, che ha giocato 16 minuti, perché abbiamo bisogno di tutti. Se l’obiettivo è quello di fare un passo avanti, consolidando la terza posizione, giocando per una partita vinta o persa in post-season dobbiamo farci trovare pronti”.

GERMANI BRESCIA-NUTRIBULLET TREVISO BASKET 101-78 (21-13, 44-32, 79-55)

Germani Brescia: Gabriel 7 (3/3, 0/2), Moore 7 (2/3 da tre), Mitrou-Long 15 (5/6, 1/6), Petrucelli 15 (4/6, 2/3), Della Valle 23 (4/5, 5/6), Eboua 4 (2/3, 0/1), Parrillo, Cobbins 15 (7/8), Burns 2 (1/1), Laquintana 9 (2/5, 1/2), Djiya, Moss 4 (2/2, 0/1). All: Magro
Nutribullet Treviso: Jurkatamm ne, Roberts-Russell 2, Faggian, Ronca, Bortolani 14 (2/7, 2/5), Imbrò 14 (2/2, 3/7), Chillo 6 (1/1, 1/4), Sims 9 (3/7, 0/2), Sokolowski 4 (0/3), Dimsa 14 (0/1, 4/7), Jones 9 (3/4, 1/3), Akele 6 (3/5). All: Menetti
Arbitri: Attard, Vicino e Pepponi
Note: Tiri da due: Brescia 30/39 (77%), Treviso 14/29 (48%); Tiri da tre: Brescia 11/24 (46%), Treviso 11/32 (34%); Tiri liberi: Brescia 8/15 (53%), Treviso 17/20 (85%); Rimbalzi: Brescia 29 (RD 25, RO 4), Treviso 32 (RD 21, RO 11)

PALLACANESTRO BRESCIA SRL
Sede legale: Via Caprera, 5 | 25125 | Brescia
Sede operativa: Via Michelangelo Buonarroti, 1 | 25010 | San Zeno Naviglio (BS)
☎️  030.7285022  📧  segreteria@pallacanestrobrescia.it
Capitale sociale € 10.000,00 interamente versato - P.IVA e C.F. 02800370989 - F.I.P. 050925 - REA: BS-596079 
PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY