9 Feb 2022

L’AVVERSARIA | Allianz Pallacanestro Trieste

L’anticipo della 20/ma giornata del campionato di Serie A è un vero e proprio spareggio per la conquista del terzo posto, alle spalle dell’inarrivabile duo di testa composto da Olimpia Milano e Virtus Bologna. A contendersi la prestigiosa posizione saranno Germani Brescia e Allianz Pallacanestro Trieste, due squadre che fino a questo momento hanno compiuto un importante cammino e stanno dimostrando domenica dopo domenica di avere le carte in regola per continuare a restare nella parte più interessante della graduatoria.

Con un successo in meno rispetto alla Germani – ma anche con la gara casalinga con Sassari da recuperare -, l’Allianz Trieste viaggia sulle certezze costruite da coach Franco Ciani, che ha confezionato attorno alla sua rosa il miglior abito possibile, nonostante i recenti scossoni che hanno minato il percorso del team giuliano. L’ultimo in ordine di tempo è il repentino e improvviso addio di Juan Fernandez, che ha lasciato Trieste per motivi personali, lasciando il roster privo di una pedina davvero importante.

Buon per l’Allianz che la cabina di regia sia in mani davvero buone, quelle di Corey Davis, arrivato in corso d’opera per sostituire Corey Sanders, che nella breve parentesi trascorsa in riva all’Adriatico non aveva mai convinto appieno. Voluto fortemente dal club triestino, Davis sta collezionando cifre interessanti (11.4 punti e 3.9 assist di media a partita), ma soprattutto si è inserito nel migliore dei modi in un sistema di gioco destinato a esaltare il collettivo biancorosso.

Se c’è una stella che può essere individuata nella rosa dell’Allianz è senza dubbio Adrian Banks (15.3 punti di media a gara), che per esperienza e talento è il giocatore deputato a lasciare il segno e a fare la differenza in campo. Banks, però, gioca in un sistema destinato a coinvolgere tutti i suoi compagni di squadra, con gerarchie e ruoli ben definiti. E così non sorprende che l’Allianz voli sfruttando l’esperienza del pivot argentino Marco Delía, l’efficacia del lettone Andrejs Grazulis e l’infinito atletismo del lungo maliano Sagaba Konate, che sa come accendere l’entusiasmo del competente pubblico giuliano.

Accanto a loro, giostrano con efficacia altri giocatori di grande esperienza, a cominciare dal capitano Daniele Cavaliero, uno di quelli per cui il tempo sembra essersi fermato. E ancora, attenzione a Fabio Mian, sempre temibile con il suo tiro dalla lunga distanza, a Luca Campogrande, che nella gara d’andata mise a segno 14 punti (3/3 dall’arco) e che ora cerca continuità dopo una serie infinita di infortuni che ne hanno condizionato il rendimento, e al giovane Lodovico Deangeli, classe 2000, che lentamente ma inesorabilmente sta riuscendo a conquistarsi uno spazio sempre maggiore.

A proposito di infortuni, non sarà della partita Alessandro Lever (problemi al ginocchio destro), uno dei lunghi italiani più interessanti del momento, sostituito in questo momento all’interno del roster da un altro giocatore cresciuto a Reggio Emilia, Luca Campani, chiamato a mantenere alto il livello di intensità degli allenamenti della formazione biancorossa.

PALLACANESTRO BRESCIA SRL
Sede legale: Via Caprera, 5 | 25125 | Brescia
Sede operativa: Via Michelangelo Buonarroti, 1 | 25010 | San Zeno Naviglio (BS)
☎️  030.7285022  📧  segreteria@pallacanestrobrescia.it
Capitale sociale € 10.000,00 interamente versato - P.IVA e C.F. 02800370989 - F.I.P. 050925 - REA: BS-596079 
PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY